- A -

La tua guida all’ambiente dalla a alla z

Attinomiceti

Sono microrganismi che intervengono nel processo di compostaggio attaccando la sostanza organica non degradata dai batteri e dai funghi. Operano nella fase finale del processo di biossidazione. Possono essere visibili nei cumuli statici come filamenti di colore dal bianco grigio al verde chiaro.

Gli attinomiceti più comuni durante il processo di compostaggio appartengono ai generi Mycobacterium, Nocardia, Pseudonocardia, Streptomyces

Ammendante

Gli ammendanti sono dei collaboratori del terreno che ne migliorano le proprietà fisiche modificandone la struttura e la tessitura.

La definizione di ammendante si riferisce a “qualsiasi sostanza, naturale o sintetica, minerale od organica, capace di modificare e migliorare le proprietà e le caratteristiche chimiche, fisiche, biologiche e meccaniche di un terreno”.

Tra questi sono compresi gli ammendanti organici. In particolare l’ammendante compostato verde (ottenuto dal compostaggio di soli materiali vegetali) e l’ammendante compostato misto (ottenuto dal compostaggio di materiali vegetali e animali).

A differenza dei concimi non nutrono direttamente la pianta ma agiscono sulla qualità e dotazione organica del terreno, rendendolo più vitale e favorendo l’equilibrata nutrizione della pianta.

Da un punto di vista tecnico la differenza tra i concimi (organici ed organominerali) e gli ammendanti è data dalla percentuale di azoto presente, che nei concimi deve essere superiore al 3%.

monogramma_tersan
DIAMO AI RIFIUTI ORGANICI UNA NUOVA VITA
CONDIVIDI
x

Utilizziamo i cookie per offrirti la migliore esperienza online.